In arrivo su Oculus Rift nel corso di questo mese, Red Matter è un’avventura in salsa sovietica, ma con un twist. Il titolo di Vertical Robot viene infatti ambientato in un universo futuristico, dove ci metteremo nei panni di un’astronauta, proveniente dall’Atlantic Union, per investigare su un mistero ai confini della galassia. L’opera, un’esclusiva di Oculus VR, ha come scopo quello di farci immergere in un contesto a noi distante ed enigmatico, dove le località ci metteranno costantemente a dura prova. Insomma, Red Matter avrà un forte rapporto biunivoco tra interazione e narrazione, sottolineando l’empatia che si instaurerà con l’utente attraverso delle piccole, ma significanti azioni. Il design dell’opera richiama in maniera inequivocabile lo stile tipico della repubblica sovietica, utilizzando anche delle scritture in cirillico che andranno lette con il traduttore di gioco. L’elemento chiave di Red Matter è sicuramente l’atmosfera, ben curata e colma di elementi con cui si dovrà interagire; la maggior parte contenuti nella base spaziale del progetto Volgravian.

Interessante il sistema di movimento, che, come citato dai nostri colleghi di Road to VR, è basato su un sistema di volo che sfrutta un jetpack con una velocità d’accelerazione variabile. Tuttavia, sembra che il movimento non regalerà una decisa libertà all’utente, riducendo tutte le azioni a una sorta di catena di teletrasporti volte a raggiungere il classico obiettivo. Il co-fondatore di Vertical Robot, Tatiana Delgado, ha però dichiarato che Red Matter poggerà le proprie basi su un ambizioso progetto di innovazione nel campo del mondo sci-fi, uscendo fuori dagli schemi comuni del genere. La storyline vuole difatti illuminare gli oscuri piani della nazione durante la Guerra fredda, per fare chiarezza su ciò che successe veramente in quegli anni. L’ispirazione arriva dalla propaganda voluta fortemente dal governo, che misticizzava i viaggi nello spazio, sfruttando il fattore del mistero contro i suoi nemici. Il titolo vuole dunque essere un fantasy, che però altera la realtà, sfruttando le leggende di quegli anni estremamente difficili e tormentati. E voi, siete pronti a farvi un viaggio nello spazio in questo futuro distopico? Fatecelo sapere nei commenti!