Come già annunciato da Sony stessa mesi fa, il 2018 si prospetta un anno di valide conferme per l’azienda nel mondo della realtà virtuale, favorendo una lunga vita al progetto Playstation VR. Ma parliamo del presente: varcate le porte della primavera, Sony ha annunciato che ci saranno oltre 30 titoli pronti a conquistarsi il panorama videoludico della VR. Il Social Media Manager della società, Justin Massongill, è intervenuto sul web a tal proposito, stilando una lista dell’opere che saranno protagoniste in questo periodo. Alcune di queste potrebbero essere soggette a variazioni, specialmente sulle date d’uscita effettive, sta di fatto che però la conferma ha già rassicurato i fan. I più aggiornati tra di voi sapranno già i titoli maggiori in uscita, a partire dall’interessante Rick and Morty: Virtual Rick-ality e andando a finire nel suggestivo Ark Park. Con questa mossa, Sony sta semplicemente dando prova del suo assiduo interessamento al settore della VR, cercando di proporre titoli mirati e studiati in base al target di mercato. Ma analizziamo più nello specifico quali sono le pietanze di questa primavera, partendo proprio dal trailer di Ark Park.

Il genere protagonista di questa stagione è senza dubbio l’action, che si aggiudica una belle fetta d’utenza sul mercato grazie a titoli come: Crisis on the Planet of the Apes, Ark Park e Smash Hit Plunder. Due titoli su tre scelgono come ambientazione la natura selvaggia ed inesplorata, conducendoci mano nella mano ad esplorarla con il nostro visore, sperando ovviamente in qualche incontro interessante! Una primavera non solo selvaggia su Playstation VR, però. Presenti anche dei prodotti da tenere sott’occhio nel genere dei puzzle, quali: Rick and Morty: Virtual Rick-ality, Torn e Xing: The Land Beyond. Il primo ripropone l’avventura virtuale dei due protagonisti della serie animata tanto discussa in questi anni, mischiando divertimento e sperimentazione in un mix che ha coinvolto milioni di appassionati. Per chi non dovesse conoscere gli altri titoli, Torn è uno sci-fi misterioso e cupo, che ci rimanda al mondo creato di Black Mirror; non punta quindi sull’azione, ma su un’intrecciata storyline ricca di decisioni. Infine, il terzo titolo di nota appartenente a queste due categorie di Playstation VR è Xing. L’opera si propone come un’esperienza non solo sensoriale, ma anche intuitiva. Difatti il fine del titolo è quello di far sposare atmosfera ed ingegno, stimolando i nostri sensi in una maniera unica. Sembrerebbe, dunque, che Sony non solo cerchi di far valere la sua voce all’interno della VR, ma anche di presentare al pubblico un parco di prodotti ampio e variegato. E voi, siete interessati a qualcuno di questi prodotti, o ne aspettate altri? Fatecelo sapere nei commenti!