La realtà virtuale sta ormai invadendo molti campi della nostra vita quotidiana, offrendoci negli anni delle importanti alternative e stroncando diversi luoghi comuni sulla tecnologia. Ed è proprio su uno di questi argomenti che andremo a parlare, discutendo nello specifico delle postazioni di lavoro prettamente in loco: se non possiamo usare la tecnologia per rimanere connessi, a cosa potrebbero servire? Per Volkswagen, tutto ciò deve ancora progredire anche all’interno del proprio ambiente lavorativo, e rappresenta la chiave per un futuro libero, ma, allo stesso tempo, capace di ottimizzare il lavoro dei propri dipendenti. La risposta a questo bisogno di progresso è stata individuata nella cooperazione con Innoactive, uno studio che appoggia le ambiziose idee della società e si appresta, nel corso di questo anno, a far lavorare 10,000 dipendenti del gruppo Volkswagen, utilizzando però la realtà virtuale. Ma come sarà possibile tutto questo?

L’idea è stata presentata per intero al MWC 2018, dove è stato mostrato al pubblico un simulatore che trasporta l’utente sui banchi da lavoro con l’ausilio delle peculiari capacità di un HTC VIVE Pro. Il simulatore ha da prima cementato le sue basi, grazie all’implemento di Innoactive Hub SDK, ed è stato successivamente ottimizzato per reggere le prestazioni di uno dei visori più potenti sul mercato: VIVE Pro. Avete presente il tavolo da lavoro personalizzato che aveva Tony Stark, alter ego del leggendario Iron Man, nel suo laboratorio privato? Bene, il concetto è esattamente quello! L’idea di Volkswagen si basa infatti sulla possibilità di verificare la realizzazione di un progetto mediante un tavolo da lavoro virtuale, offrendo ai dipendenti la possibilità di realizzare e testare il prodotto a grandi distanze, senza che ci siano delle forti penalità nel farlo. Innoactive ha inoltre annunciato che sarà presto disponibile Innoactive Workspaces, un software in grado di pianificare certi progetti a livello industriale, aprendo la via ad un confronto e ad una collaborazione lavorativa senza precedenti. E voi, cosa ne pensate dell’ambizioso progetto di Volkswagen? Fatecelo sapere nei commenti!