A Barcellona sono stati finalmente presentati i Samsung Galaxy S9 e S9 Plus, due smartphone della casa sudcoreana che rivedono completamente il nostro modo di comunicare con le altre persone. In un mondo dove l’espressione tramite immagini, video ed emoji sta prendendo sempre più piede, Samsung spinge su questa tendenza, decidendo di realizzare la fotocamera più avanzata mai progettata dalla compagnia: caratterizzata da un obiettivo a doppia apertura focale (F2.5, F1.5) e adatta a qualsiasi condizione di luce, i nuovi Galaxy aiuteranno ad immortalare i momenti più importanti della giornata, da mattina a sera, realizzando foto e video ad altissima qualità. La possibilità di creare animoji personalizzate, invece, vivacizzerà le nostre conversazioni sulle piattaforme di messaggistica e social, rielaborando un po’ il concetto che già abbiamo visto con iPhone X. Difatti, a differenza dello smartphone di Apple, che si limita a dare vita ad immagini di buffi animaletti, il Samsung Galaxy S9, grazie alla funzione nota come Intelligent Scan della fotocamera frontale, potrà plasmare le nostre sembianze sfruttando la realtà aumentata, ricreando una coloratissima versione caricaturale di noi stessi che imiterà le nostre espressioni. Anche Bixby, il nuovo assistente di Samsung, utilizzerà la realtà aumentata e, tramite le tecnologie di deep learning, sarà in grado di fornire informazioni utili sull’ambiente circostante, con il rilevamento e il riconoscimento degli oggetti in tempo reale. Passeremo facilmente, quindi, dal tradurre insegne in lingue che non conosciamo allo scoprire quante calorie ha quel dolce che bramiamo da ore.

Nonostante il clamore della presentazione, i fan più fedeli non hanno potuto far a meno di notare che, nonostante la gran cura riservata nell’esposizione delle nuove caratteristiche implementate grazie alla fotocamera, non si è assolutamente parlato di un nuovo Gear VR da accompagnare il lancio del telefono. Samsung lanciò il suo primo visore nel 2014, compatibile con il Note 4. Da allora, si è sempre preoccupata di riproporre versioni via via aggiornate che potessero configurarsi al meglio con le uscite degli smartphone più recenti, arrivando a distribuire le sei che oggi conosciamo. Tuttavia, nonostante sia stata dedicata a malapena qualche parola alla realtà virtuale, i rappresentanti dell’azienda sudcoreana hanno rassicurato Road to VR che S9 e S9 Plus supporteranno senza problemi il Gear VR 2017, considerato l’adattatore USB-C di cui è già fornito e le dimensioni dei telefoni, similari a quelle dei predecessori. Premesso, quindi, che non ci sarà l’ombra di alcun Gear VR 2018 il 16 marzo, data di uscita dell’S9, non è da escludere che potremo vedere già qualcosa verso la fine dell’anno, con l’introduzione del Note 9Samsung ha comunque accennato, qualche mese fa, di essere al lavoro su un proprio visore standalone che non dovrebbe quindi far affidamento sull’utilizzo di uno smartphone, prendendo l’esempio di molte altre società che hanno posto il focus di produzione in quella direzione. E voi, siete rimasti colpiti dai nuovi smartphone di Samsung? Come sempre, fateci sapere la vostra tra i commenti!