Ve ne avevamo già parlato, ma oggi è tornato con le ultime novità relative ai suoi risultati. Presentato tra il 18 e il 21 gennaio, Ludicious è un festival che ha colorato la Svizzera di nuova vita, dando modo ad organizzazioni e sviluppatori indipendenti di ampliare enormemente la loro voce. Dopotutto, grazie a 600 conferenze, 1.000 espositori singole, dedicate anche ai visitatori più giovani, ed oltre 50 speaker, provenienti da compagnie legate a Valve, Disney Research e Amazon Game Studios, il festival svizzero è stato accolto con una comprovata positività, tant’è che le ambizioni degli organizzatori non si sono chiuse con questi risultati, ma stanno crescendo verso la prossima edizione.

Tobias Kopfa, direttore della conferenza e coordinatore dal lato artistico, ha commentato in questo modo il successo del Zurich Game Festival:

Siamo lieti di aver ricevuto un feedback così positivo dalla community, dagli speaker, dagli esibitori e dai partner per la prima edizione di Ludicious sotto questa nuova guida, capitanata da me e Michael Reaney sotto il lato dell’amministrazione. Abbiamo ovviamente lasciato gli elementi essenziali delle scorse edizioni del Ludicious, cercando innanzitutto di capire dove potremmo lavorare per gli allestimenti futuri. Nei prossimi mesi cercheremo di migliorare il nostro team e i nostri partner, cercando così di fissare gli svizzeri come centro culturale per la scena internazionale dello sviluppo, dove mercato, arte, cultura e tecnologia s’incontreranno. La prossima edizione del Ludicious è stata fissata ad autunno 2019.