Dopo essere stato uno dei protagonisti del CES 2018, Blade Runner: Revelations torna a far parlare di sé con la pubblicazione in rete del suo primo trailer. Il protagonista di questo video è ovviamente l’ambiente, legato al tempo in cui è ambientata la vicenda; nel 2023. Le suggestive immagini espresse dal trailer rendono giustizia all’importante lavoro attuato per rafforzare il punto di forza del gioco, un paesaggio immersivo e allo stesso tempo cupo, denso del misterioso clima presente nella storica mitologia fantascientifica. I fan potranno sicuramente rivedere gli aspetti caratteristici dell’opera sviluppata da Seismic Games, pregustando gli enigmi che li attendono nel gioco, abilmente combinati ad un clima e un livello di coinvolgimento sicuramente all’altezza dell’aspettative. I collegamenti alla fedele riproduzione della Los Angeles del 2013 sono molteplici, riuscendo a trasportare l’utente, con l’aiuto della VR, all’interno di un vero e proprio scenario neo-noir, dove tutto appare sinistro e controverso.

Quale può essere il desiderio più profondo di un fan? Attraverso il trailer sovrastante possiamo rispondere a questa domanda, utilizzando come punto di arrivo il lavoro degli sviluppatori, che è stato in grado di colmare le aspettative di questi. Blade Runner: Revelations mantiene dunque un alto profilo, portando in casa VR un’esperienza unica ed introspettiva, in grado di farci assaporare il ruolo dell’investigatore in un futuro lontano dal nostro. Ciò può essere infatti di grande stimolo, anche per chi non fa parte dei grandi fan della saga e che quindi, attraverso questo titolo, potrebbe scoprire un mondo nuovo ed indecifrabile, rivalutando magari un lato di loro stessi strettamente vicino all’ambiente noir. L’opera fa parte del progetto presentato per Google Daydream, concepito per essere uno dei punti cardine di Mirage Solo di Lenovo, ma purtroppo, oltre a questo breve trailer, non sono ancora uscite delle informazioni sufficienti relative alla data d’uscita. E voi, a che tipologia di utenza appartenete? Siete dei fan che aspettano con ansia il titolo o aspiranti detective futuristici? Fateci sapere la vostra!