Le giornate del Consumer Electronics Show sono state un coagulo di novità straordinarie per la realtà virtuale, e non solo. Abbiamo visto il ritorno di HTC, il trionfo della VR senza cavi e tanto altro, condensando il futuro delle tecnologie in quattro giornate pregne di novità. Abbiamo avuto anche modo di osservare dei progetti sprovvisti di qualsiasi dispositivo fisico, e altri che sono arrivati a sconvolgere tutti per le novità che sono riusciti a presentare nel giro di un solo anno. Insomma, stiamo parlando di una quantità incalcolabile di realtà, ed il fatto che la maggior parte di queste sia riuscita ad avere una propria camera di risonanza dimostra la bontà di ogni singolo progetto. Partiremo quindi dalle basi del primissimo giorno, chiudendo poi con le ultime novità relative alla chiusura del CES e con l’inclusione di tutte le tecnologie mostrate. Alla fine dei conti, siamo sicuri che il riassunto attuato da HTC vi aiuterà nel processo!

La giornata d’apertura della fiera è partita fin da subito con un boom interessante, rivelando titoli di ogni tipo al pubblico, ma soprattutto un nuovo visore! Partiamo infatti dal nuovo HTC VIVE Pro e dalla versione successiva del Wireless Adaptor, che si son subito impuntate a diventare i nuovi riferimenti nel mercato dedicato ai visori grazie ad una risoluzione avanzata e ad altri accorgimenti tecnici; tutti descritti nel nostro articolo dedicato. Parlando di alternative senza cavi, anche TPCast ha svelato un suo adattatore specifico per le varie realtà tecnologiche, e la sfida sembra che stia convergendo in quella direzione! Abbiamo poi Meshroom VR, applicazione che permette ai consumatori di visualizzare e modificare svariati modelli 3D, integrati a seconda dei bisogni dell’azienda. Meshroom risulta quindi utile a tutte quelle aziende che vogliono assicurarsi che il proprio prodotto venga presentato al meglio prima dell’acquisto, evitando fraintendimenti da parte del consumatore. Nella stessa giornata viene anche presentato Kinequantum, un software che, grazie ai movimenti dettati dalla realtà virtuale, si concentra sulla riabilitazione e fisioterapia di alcuni pazienti. Viene inoltre mostrata l’offerta di Cyberpower PC, aziende volta alla realizzazione di strambi case e strumenti dedicati al raffreddamento ad acqua. L’azienda non è ovviamente legata direttamente alla realtà virtuale, ma è comunque rinomata nel mercato grazie alle sue impostazioni in grado di reggere qualsiasi esperienza in VR. Infine, l’ultimo nome è stato quello di ZOTAC (azienda della quale abbiamo già parlato in passato) che, nel corso della stessa giornata, ha mostrato lo zaino più performante di sempre per gli appassionati della VR.

Il secondo giorno del CES 2018 ha dato finalmente una vasta fetta ai dispositivi dedicati alla realtà virtuale, esplorando i limiti tecnologici del futuro! Abbiamo infatti visto la presentazione del Mirage Solo, che ha riportato le luci dei riflettori su Lenovo. Ci siamo poi gettati su  Sector 5, azienda che ha mostrato in via ufficiale il Bell Helicopter Urban Air Taxi. Stiamo quindi parlando di una tipologia di velivolo attesa entro il 2025 da compagnie del calibro di Uber, che permetterà ai passeggeri di oltrepassare il traffico cittadino tramite un’automobile volante. L’azienda ha svelato che la realtà virtuale sarà fondamentale per spostamenti di questo tipo, dando modo ad ogni passeggero di godersi il viaggio dal punto di vista di una cabina da pilotaggio. La seconda impresa mostrata durante la seconda giornata del CES 2018 è stata GIGABYTE, la quale ha svelato la nuova B250: una scheda madre che sarà in grado di sostenere fino a 12 GPU, oltre ad includere un connettore extra per le applicazioni dedicate alla VR. E se ciò non dovesse bastare, la compagnia ha anche rivelato un nuovo modello di Brix, fornendo ai giocatori un mini PC dedicato al VR gaming. La ciliegina sulla torta è però giunta con la presentazione di Black Box VR, la quale ha presentato un sistema di allenamento che integra l’intrattenimento videoludico per attirare tutte quelle persone che, per un motivo o per un altro, non si sono mai avvicinate più di tanto ad una forma di allenamento intensivo.

Ed il terzo (ed ultimo) giorno? Beh, in quest’occasione si è fortunatamente tornati a tutto tondo sulla realtà virtuale, osservando innovazioni come quelle portate avanti da NGCodec, azienda che si è dedicata fin da subito su una realtà virtuale basata sul cloud, e le innovazioni degli ultimi mesi fanno pensare che quella strada possa presto diventare una realtà assodata. NVIDIA si è inoltre buttata in campo, mostrando nuovamente il misterioso HolodeckVR al pubblico. La vasta piattaforma è infatti un campo da gioco per gli appassionati della VR, ed il CES 2018 è servito da prova per mostrare le novità più interessanti nel futuro dell’applicazione. HTC Vive ha infine dato modo al pubblico di provare il suo VIVE Pro, generando l’entusiasmo e la curiosità dei presenti. Tra una cosa e l’altra, non possiamo però ignorare altri annunci fatti durante la conferenza stampa pre-CES. Per fare un esempio pratico, Xiaomi e Oculus hanno stretto un accordo per pubblicare un casco virtualmente (no pun intended!) simile al Go nel territorio cinese, dando quindi vita al Mi VR Standalone. NUC si è inoltre gettato sul mercato dei mini PC, rivelando quello che è, ad oggi, il computer più piccolo di quella particolare tipologia. Insomma, ne abbiamo viste di cotte e di crude durante l’annuale fiera della tecnologia, ma adesso la palla passa a voi! Qual è stato il vostro annuncio preferito? Vi sareste aspettati altro? In poche parole, let us know!