TPCast, creatore di un omonimo adattatore wireless per HTC Vive e Oculus Rift, ha da poco annunciato una versione migliorata del loro prodotto, chiamata TPCast Plus. Secondo la compagnia, questa versione, che sarà mostrata al CES dal 9 al 12 gennaio, presenterà migliorie nei campi hardware e software, come ad esempio la possibilità di utilizzare batterie hot-swap ed un nuovo sistema di montaggio. La prima versione del TPCast ha avuto non poche problematiche, come le difficoltà nel supporto dei microfoni. La famiglia di prodotti TPCast Plus intende risolvere la maggior parte dei problemi riscontrati in passato, migliorando notevolmente la stabilità, l’anti-interferenza e fornendo un supporto completo ai microfoni. Altro problema risolto riguarda il setup del prodotto, che adesso si basa su un adattatore wireless dalla struttura semplificata.

wireless-htc-vive-accessory-tpcast

Secondo il comunicato stampa di TPCast, il dispositivo, oltre ai vantaggi elencati in precedenza, supporta il riavvio automatico del dispositivo, una minore interferenza ed un rilevamento automatico dei canali wireless, il quale migliora sostanzialmente la stabilità della connettività wireless. Risoluzione e framerate risultano invece invariati (2K ad occhio a 90 FPS, con 2 ms di latenza), come anche la qualità della connettività. La struttura del dispositivo appare semplificata grazie ad una tasca, situata nella parte posteriore del visore, in grado di contenere sia batteria che adattatore. Una culla a 4 celle per caricare le batterie sarà disponibile come dispositivo aggiuntivo. L’uscita del TPCast, compatibile anche con Oculus Rift, è prevista per la prima metà del 2018. Michael Liu, il CEO di TPCast afferma:

Il lancio dell’adattatore TPCast Plus lo rende il leader nel mercato della VR wireless. La consolidazione delle componenti dell’adattatore in un solo dispositivo dedicato alla VR senza cavi riesce a creare un’immersività unica nel suo genere. Ci aspettiamo che questa famiglia di prodotti migliorati possa portare un rapido incremento dei contenuti VR che favoriscono l’esperienza della VR senza cavi, portando nuovi clienti nel mondo della realtà virtuale.

A proposito dell'autore

Luca

Giocatore accanito dai tempi della PlayStation 1 con titoli come MediEvil, Spyro e Metal Slug, segue questa passione fino ai giorni nostri, spaziando tra vari generi. Troviamo tra i suoi titoli preferiti la saga di Kingdom Hearts, Metal Gear Rising: Revengeance, Life is Strange e Pokémon. Si affaccia anche al mondo online competitivo con Super Smash Bros. e Overwatch. Vede la realtà virtuale come un’espansione del gaming su orizzonti mai esplorati fino ad ora; un metodo diverso di vivere i videogiochi.

Post correlati