Nel giro dei prossimi mesi, HTC offrirà ai propri utenti un nuovo modo di scegliere i contenuti sul Viveport VR. L’astuta strategia di marketing ha come scopo ben preciso di far perdere il cliente in un negozio davvero appariscente e ben strutturato, capace addirittura di sembrare esso stesso un gioco, puntando su una fluidità e un ampio spettro di offerte. Mentre su un fronte l’azienda ci spinge verso i contenuti, grazie ad un così ben organizzato catalogo, sull’altro dà l’opportunità di provare i titoli presenti senza pagare, per poi decidere se acquistarli. L’insieme di questi due ingredienti darà sicuramente alla luce un vero e proprio negozio futuristico, nel quale la regola numero uno sarà il godersi quest’esperienza come l’inizio di un viaggio, nell’attesa di cercare la destinazione che ci affascinerà di più.

Ma Viveport VR non è l’unica cosa migliorata dagli sviluppatori! Infatti, durante la presentazione di HTC riguardo al nuovo visore noto come VIVE Pro, versione migliorata della precedente sia per audio che per risoluzione, la società sorprende tutti e, come per magia, il presentatore mostra un oggetto assai curioso. L’attenzione vira immediatamente su ciò che è stato presentato come il nuovo adattatore wireless per Vive; una sorta di forbice che taglierà per sempre il cordone ombelicale che legava il dispositivo VR al computer. Questo è il passo definitivo verso una completa libertà del giocatore verso l’immersione più totale che, come una marionetta senza fili, potrà godere della possibilità di muoversi in uno spazio ben più ampio. L’accessorio in questione sarà attivo anche per la nuova versione Pro di Vive ed avrà sicuramente in dotazione una batteria ricaricabile a lunga durata, per rendere l’esperienza di gioco più longeva possibile. Lo sbarco previsto sul mercato è per l’estate del 2018.