PlayStation VR è un visore che, a dispetto delle criticità, è riuscito a funzionare magnificentemente nello strambo mercato dei visori.  Tra esclusive dal grande spessore ed un sostegno dalle terze parti strabiliante, Sony è anche riuscita ad accaparrarsi alcuni titoli precedentemente esclusivi su Oculus Rift e HTC Vive. Insomma, il PSVR ha vissuto un 2017 grandioso, ma quale sarà il futuro del visore targato Sony? Pensando a tutti gli annunci fatti nel corso dei mesi, noi di VR Gamer abbiamo deciso di raccogliere tutte le informazioni sui titoli più attesi ed interessanti che ci attendono all’apertura dell’anno nuovo; ai posteri l’ardua sentenza!

1) Rick and Morty: Virtual Rick-ality

Rick & Morty è stata fin da subito una serie animata di culto, e con certi personaggi non si fatica a capirne il motivo! Lo scienziato pazzo ed il suo nipotino frustrato, ispirati dagli stessi personaggi de Ritorno al Futuro ed immersi nel citazionismo alla cultura popolare, sono arrivati a creare una tra le community più attive sulla rete ed un universo narrativo irriverentemente nichilista. Rick and Morty: Virtual Rick-ality, sviluppato dagli stessi ragazzi che hanno dato vita a Job Simulator, cerca semplicemente di riprodurre le stesse sensazioni della serie animata all’interno del nostro visore, vivacizzando l’intera esperienza tramite chicche e tanto altro!

2) The Inpatient

Come ampliare l’universo di una serie videoludica in maniera sagace? Supermassive Games è l’esempio perfetto di una software house che è riuscita ad implementare la realtà virtuale in una saga che non aveva motivo di accettarla, portando avando il buon Until Dawn con un Rush of Blood che è fortunatamente riuscito a farsi apprezzare. Dopo il primo esperimento, però, la casa di sviluppo britannica ha deciso di sprigionare ulteriormente le potenzialità del PSVR, introducendo il misterioso The Inpatient. Ambientato ben sessant’anni prima degli eventi narrati nel primo capitolo, ci troveremo imprigionati nel sanatorio di Blackwood Pines. Tra comandi vocali, bivi narrativi e tanto altro, la prossima epopea targata Supermassive Games sembra nuovamente in grado di dare una scossa al mercato della realtà virtuale.

3) Zone of the Enders: The 2nd Runner M∀RS

Cosa c’azzecca Zone of the Enders con la realtà virtuale? Poco in realtà, ma la rimasterizzazione targata Cygames ha tutte le carte in regola per contestualizzare il mondo di Hideo Kojima da una nuova prospettiva! Le avventure che avremo modo di rivivere saranno le stesse di Zone of the Enders: The 2nd Runner, uscito esclusivamente su PlayStation 2 nell’ormai lontano 2003, ma le novità annunciate di M∀RS (inclusione del PSVR, rimasterizzazione in 4K e scene inedite) hanno già convinto una buona fetta della community a riacquistare il vecchio capolavoro di Konami! E voi, vi farete conquistare?

4) Transference

Nata dalla mente di Elijah Wood (sì, stiamo proprio parlando di Frodo da Il Signore degli Anelli), la produzione di SpectreVision riuscì a stregare tutti gli spettatori durante l’E3 di quest’anno, quando venne presentato alla conferenza di Ubisoft con un trailer straordinariamente misterioso. Transference, questo il nome del titolo, ci metterà nei panni di una persona che si proporrà per testare una nuova tecnologia (raffigurata intenzionalmente sotto forma di visore) volta a rivivere l’esperienze più traumatiche di altri individui. Così come il suo filmato di presentazione, Transference vive tuttavia in una bolla dalla quale non sono ancora uscite delle informazioni rivelanti. Tuttavia, la nostra unica certezza è che questo piccolo gioiellino arriverà su PSVR, Oculus Rift e HTC Vive entro la fine del prossimo anno.

5) Ace Combat 7: Skies Unknown

Ace Combat è uno di quei classici che rimangono impressi nella memoria di ogni videogiocatore. In questa settima iterazione, però, Bandai Namco Entertainment ha ben deciso di supportare il PlayStation VR come dispositivo di gioco, dandoci la possibilità di provare l’ebbrezza del volo entro la fine del prossimo anno! Il trailer parla da solo e, ne siamo sicuri, non sarà neanche l’ultimo.

6) Sprint Vector

Gli scatti sfrenati, i balzi e soprattutto le sfocature, blur in gergo tecnico, sono sempre stati degli elementi da evitare nella realtà virtuale per evitare il rigurgitamento brutale dei propri pasti, e la prova vivente di questa sfortunata situazione viene spesso rappresentata dalle migliaia di persone che sono ancora dubbiose sull’effettiva validità della realtà virtuale. Survios ha però deciso di puntare controvento, sviluppando un gioco di guide frenetico come non mai: Sprint Vector. Chi vivrà vedrà, ma è inevitabile cadere nell’entusiasmo!

7) Moss

Così come nel caso di Sprint Vector, i platformer non sono mai andati realmente a braccetto con la realtà virtuale. Ci saranno stati esperimenti riusciti nel corso degli anni, come il buon Feral Rites, ma trovare un titolo catalizzante come Moss risulta tuttora impossibile. Vivace nello stile grafico ed unico nel panorama di PSVR, il titolo di Polyarc riuscì a catturare il pubblico durante l’E3 di quest’anno, mettendolo fin da subito tra i giochi più attesi sul visore di Sony. Riuscirà però Moss a farsi valere quando uscirà ufficialmente sul PlayStation VR?

8) Blood & Truth

Tra tutte le esperienze che si potevano provare all’interno di PlayStation VR Worlds, London: The Heist riusciva facilmente ad uscire vincitrice. Forte di una grandissima cura e di un sistema di gioco riuscito, il titolo di London Studio soffriva tuttavia di una brevissima longevità, e ciò ha portato lo studio di sviluppo a ricercare un’avventura più completa. Blood & Truth è semplicemente il culmine di questa situazione, dove avremo modo di vivere un titolo che, già dal primo trailer, sembra eccezionale nella sua semplicità.

9) Golem

Golem è ormai divenuto un titolo leggendario, e considerando gli anni che sono passati dal suo annuncio non fatichiamo a crederci! Annunciato nel 2015 dalla nuova Highwire Games, il titolo ci metterà nei panni di un golem che dovrà fronteggiare svariate minacce all’interno di un luogo misterioso ed ignoto. Le melodie di Martin O’Donnell (Halo, Destiny) hanno nondimeno aumentato le aspettative sul titolo, e tuttora mancano delle informazioni rivelanti sul progetto. In poche parole, stay tuned!

10) Killing Floor: Incursion

Nata come una mod di Unreal Tournament 2 nel lontano 2005, la serie di Killing Floor ha sempre attirato una vasta fetta di giocatori nel corso degli anni, e con Incursion ha voluto anche mirare al pubblico della realtà virtuale. Grazie ad una campagna avvincente e ad un’opzione volta a chi vorrà giocare il tutto in cooperativa, Killing Floor: Incursion nasce come titolo ignorante e frenetico nell’anima. In questo senso, il trailer sovrastante vale più di mille parole.

A proposito dell'autore

Valerio

Un bradipo nato sotto le costellazioni di Sony e Nintendo, è con quel dispositivo divino noto come il Game Boy Color che ha cominciato a sognare una realtà virtuale nella quale lanciare la propria Sfera Poké. Con la maturità di una persona ormai consapevole cerca di raggiungere ogni sogno prefissato, piccolo o grande che sia, mantenendo però quella fanciullezza di un tempo.

Post correlati

  • http://gamelive.netsons.org gamelive.netsons.org

    Questo sito doveva chiamarsi playstationvr più che vrgamer :D, tra l’altro alcuni giochi sono passati come esclusive playstation quando in realtà sono nei vari siti tra cui anche nella piattaforma steam da comprare per il pc

    • Valerio Kohler

      Chi ha parlato di esclusive? 😀
      In questa lista ho voluto soltanto includere tutti i titoli più attesi per il visore di Sony, ed alcuni di questi sono, per forza di cose, dei multipiattaforma. Tutto qui, niente favoritismi! :)