La situazione è questa: ti hanno regalato PlayStation VR per Natale, ma non hai la minima idea di quali giochi comprare. Ecco quindi che entriamo in scena noi, con la nostra classifica che ti permetterà di scoprire quali sono le migliori esperienze da vivere sul visore si casa Sony. Cominciamo dal basso, per arrivare alla migliore, in fondo. Buona lettura!

5) EVE: Valkyrie

PSVR

Il primissimo gioco mostrato per Oculus Rift, funziona alla grande anche su PlayStation VR. L’idea è semplice ma magnetica: siete a bordo di una navicella che combatte nello spazio profondo contro altri veicoli. Il fatto che siete a bordo di un’astronave, all’interno del cockpit, permette all’esperienza di fluire con il massimo comfort. Il livello di dettaglio grafico è buono, e sicuramente si tratta di un titolo perfetto se siete nuovi alla VR e volete abituarvi a questo nuovo modo di vivere il videogioco.

4) Batman Arkham VR

PSVR

L’idea alla base di questa esperienza è ovviamente affascinante: avete, infatti, la possibilità di entrare nei panni del Cavaliere Oscuro, in un gioco completamente ideato intorno alla realtà virtuale. La commistione di enigmi e sequenze d’azione emoziona, ed è realizzata in modo tale da non provocare mai la temuta motion sickness. Varrebbe il prezzo anche solo l’inizio dell’avventura, in cui indossate letteralmente l’iconico costume dell’Uomo Pipistrello, qualcosa che non sfigurerebbe in un’attrazione di Disneyland.

3) Resident Evil 7: Biohazard

Resident-Evil-7-047

Chi scrive non ha apprezzato particolarmente questo gioco nella sua versione base, principalmente a causa della sua storia poco appassionante e del gameplay macchinoso. Ma probabilmente il vero scopo per cui è stato creato questo gioco, è la sua seconda vita in realtà virtuale. Molti dei difetti del titolo originale spariscono di fronte alla terrificante, quanto eccitante, possibilità di vivere in prima persona il mondo di Resident Evil, con un livello di dettaglio e una qualità grafica semplicemente incredibili.

2) Doom VFR

PSVR

Doom è una riduzione dell’omonimo gioco di id Software, che già di per sé era davvero un ottimo titolo. Gli sviluppatori hanno dovuto adottare dei compromessi, su tutti il sistema di movimento, che è basato sulla possibilità di spostarsi puntando in una direzione. Il tutto funziona con grande comfort, senza alcuna traccia della motion sickness. Uccidere demoni in realtà virtuale, all’interno di uno stupefacente mondo infernale, è senza dubbio una delle esperienze più emozionanti che potete vivere in realtà virtuale.

1) Rez Infinite

PSVR

Rez è uno dei più grandi giochi mai fatti, il parto del geniale Tetsuya Mizuguchi, che ideò per la prima volta il concetto di “sinestesia videoludica”. In questo atipico sparatutto su binari, vi muovete all’interno di un mondo psichedelico che ricorda tanto il cyberspazio ideato da William Gibson, dove musica, grafica e gameplay si muovono all’unisono restituendo un’esperienza sensoriale unica. Immaginate di vivere tutto questo in realtà virtuale: come un trip, ma senza bisogno di assumere strani funghetti!

A proposito dell'autore

Guglielmo De Gregori
Editor ­in­ Chief

Dopo aver visto ogni fotogramma di Ghost in the Shell e Blade Runner, la sua vita non è stata più la stessa. Crede nel transumanesimo, aspetta ogni giorno l’arrivo della singolarità e il momento in cui potrà sostituire il suo corpo con una controparte sintetica. Nel frattempo, inganna l’attesa con la fantascienza, i videogiochi e, naturalmente, la realtà virtuale.

Post correlati

  • Giulio

    Skyrim che è ormai uno dei titoli vr di punta per la PlayStation 4, non lo consigliate? 😐

    • Guglielmo De Gregori

      Sinceramente Skyrim “ma anche basta”. Non la trovo neanche un’esperienza virtuale particolarmente ben riuscita, anzi fuoriescono tutti i problemi grafici che su schermo non si vedevano e il risultato è un mondo molto spoglio e poco d’impatto.

      • Refref1990

        si, ma allo stesso tempo è uno dei primi titoli AAA ad uscire sul mercato, sarà un gioco riadattato, ma a differenza della versione legendary uscita qualche anno fa, la VR ci da un modo nuovo di vivere l’esperienza! Certo, avrei preferito un nuovo the elder scrolls creato direttamente per la VR, ma penso che il prossimo supporterà nativamente la tecnologia! Poi ovviamente sono punti di vista!

      • Ombra Alberto

        Anche fallout 4 non è nato Vr e la conversione in Vr fà schifo… Ma giocarlo in Vr è una cosa strepitosa nonostante l’imperfezione.

        Skyrim Vr ha lo stesso potenziale di Fallout 4 … se e quando arriverà su PC con la quantità di mod installabili sarà un prodotto eccezionale sopratutto per chi non lo ha mai giocato.

        Il discorso non è che è stato visto in tutte le salse ma valutare il prodotto in modo analitico non buttarla su un discorso personale e emotivo.. sopratutto per chi lavora nel settore.

        Il vero dramma è che non sono prodotti nativi Vr .. ma sono comunque prodotti AAA che spingono la vr assieme ad altri prodotti Vr nativi.. e questa è una grande cosa.

      • Massimo Antonini

        Problemi grafici? già avere un open world di tale portata su psvr è incredibile…. giocarlo con i move diventa un’esperienza unica, mentre nella lista dei “top” c’è Doom che sul serio non è riuscito per nulla come gioco vr, move inutilizzabili, aim inutilizzabile (hai in pratica tre braccia) e si salva solo con dualshock ma si parla di un gioco molto breve e con trama azzerata. Non inserire Skyrim perché “anche basta” nella top 5 e poi inserire Doom… mah, tanto vale pescare titoli a caso.

    • Massimo Antonini

      Effettivamente è il miglior titolo per psvr, ma non solo, manca pure Super Hot, manca Farpoint, questa è una lista fatta a casaccio.

      • GU

        È una lista con un nome in fondo, dunque è basata su opinioni di un redattore, che possono non piacere ma sono legittime e non “a casaccio”.

        Superhot mi è sembrato molto più divertente senza VR, Farpoint è abbastanza confortevole ma mi ha allontanato l’ambientazione copia e incolla, che mi è venuta a noia.

        Doom è breve, istintivo e senza pretese, per me funziona bene in VR, Skyrim a parte la sequenza in cui stanno per tagliarti la testa non mi ha lasciato nessuna emozione… temo che un RPG rispetto a un FPS sia molto più difficile da adattare, per via delle meccaniche. Non sento il bisogno di giocare Skyrim in VR, principalmente perché un mondo visivamente fermo ad almeno 6 anni fa. E te lo dice uno che ci giocava già ai tempi con i plugin sul DK1. Su PSVR è ovviamente migliore, ma che valore aggiunto introduce la VR?

        • Massimo Antonini

          solo usare armi, arco, prendere oggetti, con i moves, trasforma totalmente skyrim vr in qualcosa di nuovo… poi beh ognuno ha i propri gusti, ma un gioco da centinaia di ore non lo si può giudicare da una sequenza di apertura, dopo 60 ore posso dire che è qualcosa di ineguagliabile in vr