La notizia è di quelle che sono state pensate per sorprendere l’intera community internazionale, basti pensare alle cifre in gioco e alla posizione dominante che hanno le due compagnie sul mercato delle tecnologie immersive e, più in generale, nel mondo della tecnologia. Google, infatti, ha acquistato il team Pixel di HTC, celebre per la realizzazione dell’omonimo smartphone, per oltre $1,1 milioni, ottenendo, in questo modo, l’accesso ad alcune proprietà intellettuali dell’azienda con sede a Taiwan. Questa somma, tutt’altro che irrisoria, potrebbe essere utile a HTC per portare avanti i propri progetti legati alla realtà virtuale, i quali, con buona probabilità, includono la nuova generazione dell’HTC Vive e l’headset standalone per lo stesso sistema di cui vi abbiamo già parlato, il quale sfrutterà la tecnologia di tracciamento della posizione Worldsense di proprietà di Google. Non bisogna dimenticare, inoltre, il settore mobile della compagnia che, dopo le novità proposte da Apple, potrà sfruttare questi fondi per tentare di controbattere in maniera adeguata alle mosse della compagnia di Cupertino. Patrick Seybold, uno dei referenti di HTC, ha fatto sapere che:

Questo accordo con Google permetterà a HTC di continuare il suo processo d’innovazione tramite la progettazione e lo sviluppo di prodotti all’avanguardia. Non stiamo semplicemente supportando il nostro business legato agli smartphone tramite l’attivazione di una linea più ampia per quanto riguarda il portfolio dei nostri prodotti, fornendo una maggiore efficienza operativa e una migliore flessibilità finanziaria, stiamo anche investendo nuovi fondi nelle tecnologie di prossima generazione, comprese VR, AR e AI. Tutto questo ci consentirà di continuare a sviluppare il nostro ecosistema per la realtà virtuale, ampliando i ricavi derivanti dal Vive, e di concentrarci su nuove opportunità economiche.

Il team che ha realizzato il Google Pixel passa definitivamente da HTC a Google e il prezzo supera il miliardo di dollari.

Il team che ha realizzato il Google Pixel passa definitivamente da HTC a Google e il prezzo supera il miliardo di dollari.

 

Bisogna considerare, inoltre, che Google dovrebbe mostrare le prossime novità riguardanti la realtà virtuale e la nuova linea di smartphone Pixel nel corso di un evento che si svolgerà il prossimo 4 ottobre. Arrivati a questo punto, invece, l’accordo con HTC, il quale dovrebbe chiudersi entro i primi mesi del 2018, cancella definitivamente le voci che si erano diffuse nelle scorse ora su una possibile acquisizione da parte di Google di una buona fetta delle azioni della compagnia. HTC, dunque, continuerà sulla propria strada lo sviluppo di nuove tecnologie per smartphone e visori con lo scopo di portare nuovi prodotti sul mercato e di ampliare le caratteristiche e il bacino d’utenza del sistema Vive. In definitiva, se escludiamo il passaggio del Team Pixel, Google sembra aver pagato più di un miliardo di dollari per l’ottenimento di proprietà intellettuali con un licenza non esclusiva di proprietà di HTC. La vicenda resta, quantomeno sospetta, e il nome Vive Focus, l’ipotetico progetto standalone basato sulla collaborazione tra le due compagnie, potrebbe essere il nucleo di questo primo avvincente mistero autunnale che ci sta riservando il mondo delle tecnologie immersive.

A proposito dell'autore

Enrico Nardacci
Staff Writer

Appassionato di videogiochi fin da tempi non sospetti, inizia il suo percorso con Doom II continuando ad appassionarsi a generi sempre differenti, passando dai picchiaduro fino alle avventure grafiche. La sua attenzione si focalizza in modo particolare sulle storie, sulle loro implicazioni, sul modo di narrarle e soprattutto sul peso delle decisioni che si possono prendere al loro interno. Ora che la realtà virtuale gli permette di immergersi completamente in questo mondo, vuole capire quanto sia profonda la tana del Bianconiglio.

Post correlati