Tutti coloro che sono cresciuti giocando a Yu-Gi-Oh! o a qualsiasi altro gioco di carte collezionabili sono uniti da un sogno che non vale neanche la pena di nascondere: poter vedere il gioco prendere vita attraverso delle spettacolari rappresentazioni olografiche. Bella la strategia, bella la competizione, tutto molto bello, ma quanto potrebbe diventare epico se quel sogno diventasse realtà? La stessa fantasia perseguita MicrowaveSam, un ragazzo che ci mostra un prototipo multiplayer per HoloLens di uno dei più celebri giochi di carte, la cui ambientazione trattava di duelli tra giocatori in grado di evocare mostri virtuali attraverso le carte del loro mazzo. Praticamente stanno cercando di riprodurre ciò che fin’ora è stato mondo soltanto immaginato da Kazuki Takahashi, il suo creatore.

Il prototipo sembra avere tutto ciò che serve: lifepoints, un campo dove posizionare la carte, il mazzo, modelli, animazioni, una lista di comandi manuali e persino comandi vocali. In passato ci sono già state persone che hanno realizzato progetti di questo tipo, sia in augmented reality che in virtual reality. C’è chi ha realizzato un sistema in grado di riconoscere la figura riportata sulla carta e riprodurre un modello animato del mostro in essa rappresentato, e chi ha trasposto un’idea molto simile a quella presentata da MicrowaveSam, però in realtà virtuale. Attenzione però! Ricordiamoci che nulla di tutto ciò è da considerarsi un progetto ufficiale, il marchio di Yu-Gi-Oh! appartiene a Bandai, e se non si hanno i suoi permessi, questi lavori non sono niente di più che dei semplici esperimenti. Tuttavia, Bandai potrebbe non essere così sfavorevole all’idea, un giorno, di riportare il gioco di carte su una piattaforma VR o AR, sia perchè si tratterebbe di una cosa perfettamente in linea col prodotto stesso, come è già stato sottolineato prima, sia perchè ci sono stati altri marchi che hanno rivolto la loro attenzioni per le esperienze virtuali, come l’attrazione VR di Dragonball Z, ad esempio. Chi lo sa, magari è solo una questione di tempo.

A proposito dell'autore

Tutti i videogiocatori, fin dalla più tenera età, hanno sognato di poter entrare dentro al videogioco: lui non è diverso. Perchè limitarsi al controller, mouse e tastiera? Da quando la realtà virtuale sta prendendo piede, ha deciso che vuol prendere a pugni i nemici virtuali con le sue stesse mani.

Post correlati