Durante il recente Siggraph 2017 di Los Angeles, che è in corso di svolgimento in questi giorni, un imponente team formato da ricercatori, studiosi universitari e compagnie tecnologiche ha voluto mostrare gli ultimi risultati della loro ricerca nel campo della rappresentazione digitale umana in realtà virtuale. Utilizzando avanzate tecniche di cattura del movimento, rigging e innovative applicazioni nel campo del rendering, i ricercatori hanno stabilito un nuovo stato dell’arte per quando riguarda la riproduzione digitale di un volto umano in tempo reale. MEETMIKE, questo il nome del progetto che è stato presentato in questa occasione, è un’esperienza VR costituita da una completa riproduzione del volto del reporter ed esperto di VFX Mike Seymour, la quale è stata controllata dallo stesso Seymour e renderizzata in tempo reale. All’interno della simulazione, il reporter ha svolto il ruolo dell’ospite, intervistando nell’ambiente virtuale gli esperti del settore e i vari ricercatori che prendevano parte alla conferenza. Diversi altri partecipanti, inoltre, hanno avuto la possibilità di indossare dei visori e di seguire tutte le interviste che sono state condotte all’interno dello studio virtuale. Il risultato di questa dimostrazione è stato sorprendente e ha mostrato una rappresentazione del giornalista che veniva renderizzata in tempo reale a 90FPS, utilizzando come motore il sempiterno Unreal Engine. Com’è possibile notare dalla galleria che trovate qui di seguito, il livello di dettaglio del modello 3D è strabiliante, essendo curato in ogni particolare, come evidenziano i pori della pelle e ogni singolo tratto facciale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per raggiungere questo sorprendente risultato finale, Mike Seymour ha dovuto indossare una telecamera stereo Technoprops per il rigging, la quale è stata in grado di registrare ogni microscopico spostamento dei muscoli del viso. Le immagini del volto, in seguito, sono state tracciate e processate grazie a una nuova tecnologia della Cubic Motion. I dati ottenuti sono stati successivamente associati ad un facial rig, realizzato da 3Lateral e basato su una scansione del volto dello stesso Seymour. L’esperienza MEETMIKE è composta, quindi, da un totale di 440mila triangoli, renderizzati completamente in tempo reale, il che significa un rendering VR in stereo ogni 9 millisecondi circa e il 75% del processo è stato utilizzato per i capelli. Il rigging facciale utilizza circa 80 giunture, la maggior parte delle quali, anche in questo caso, è stata applicata ai capelli. Per la mesh del viso, invece, sono state utilizzate a malapena 10 giunture per gestire il movimento di occhi, lingua e mandibola. Il sistema che ha dovuto sorreggere questa imponente infrastruttura, invece, è stato basato su complessi software tradizionali e su tre motori AI dotati di apprendimento profondo. Qualora foste interessati ad approfondire l’intero progetto, Mike Seymour e i ricercatori di Epic Games, Chris Evans e Kim Librer, hanno pubblicato un documento esaustivo, intitolato MeetMike: Epic Avatars, che analizza nel dettaglio l’intera vicenda. L’ultima sorprendente informazione riguarda il PC che è stato utilizzato come base, il quale sembra che montasse una GTX 1080 Ti come GPU e che contasse su 32GB di RAM. Altri computer, infine, sono serviti per accompagnare il setup e per consentire agli altri ospiti di visualizzare tutte le interviste in VR.

A proposito dell'autore

Enrico Nardacci
Staff Writer

Appassionato di videogiochi fin da tempi non sospetti, inizia il suo percorso con Doom II continuando ad appassionarsi a generi sempre differenti, passando dai picchiaduro fino alle avventure grafiche. La sua attenzione si focalizza in modo particolare sulle storie, sulle loro implicazioni, sul modo di narrarle e soprattutto sul peso delle decisioni che si possono prendere al loro interno. Ora che la realtà virtuale gli permette di immergersi completamente in questo mondo, vuole capire quanto sia profonda la tana del Bianconiglio.

Post correlati

  • Ombra Alberto

    A distanza di settimane.. la vostra scelta editoriale di tacere sulla diminuzione di prezzi del rift nel periodo estivo continuo a non capirlo. Avete evitato accuratamente di parlarne se non darne un leggero accenno in articolo che parlava di altro.

    Fosse stato Htc o psvr.. avreste fatto titoli cubitali sottolineandone la notizia.

    Quindi continuo a non capirvi.. remate per la vr o vi interessa sostenere solo alcune tipi di notizie?

    • Luke

      ci starebbe tutto un articolo che illustri del bundle per i visitatori poco informati. io forse lo prendo a giorni ma sono indeciso se aspettare il bundle microsoft con il loro visore (sempre a 399 dollari)! :) posso l inkarti un articolo a riguardo, che ne pensi?

      • Ombra Alberto

        E’ interessante sia per il fatto che funziona in modo nativo su Windows sia per il fatto che non ha bisogno di telecamere esterne per il traking (a quanto pare).

        i suoi controller (se noti nel video illustrativo, spero di non dire una castroneria) restano pero’ sempre all’interno di un raggio visivo preciso rispetto al visore.

        Nel senso che se poni le braccia troppo in alto o troppo dietro non vengono più monitorati dall’headset. Anche se non ne sono certo. Non conosco bene le caratteristiche di questo visore.

        Comunque si tratta di un kit di sviluppo sicuramente la versione consumer sarà più performante. Ed è un bel pezzo di tecnologia. Se opterai per questo avrai speso bene i tuoi soldi.

        • Luke

          grazie mille per la reply. in realtà sono un po’ in ansia perché ho oculus rift nel carrello di amazon.de e non so più se acquistarlo o aspettare di vedere cosa offre la tecnologia microsoft. il fatto è che microsoft come sempre tenterà il monopolio quindi saltare dentro la loro barca mi da un certo senso di sicurezza.
          se tu fossi in me aspetteresti un altro po’ per guardarti a torno prima di fare l’acquisto? io non ho molte risorse ecomomiche quindi per me è importante azzeccare l’acquisto giusto.

          riguardo il visore HP non ho compreso se ha una FOV maggiore o minore rispetto ad Oculus Rift. La risoluzione sembra maggiore invece. per caso tu sai rispondere a questa domanda per favore?

          grazie un saluto!

          • cactus

            I visori WMR al momento sono disponibili solo per i dev, probabilmente tra poco saranno anche in commercio ma al momento se li vuoi usare come user non sono il prodotto che stai cercando.

            I visori WMR al momento non offrono un parco titoli, nè è stata presentata una line-up, nè lato gaming nè per lavoro, nè per intrattenimento o altro, nè si sa su che range di prezzi potranno orbitare tali titoli (anche se è lecito pensare che saranno abbastanza allineati alla concorrenza).

            I visori WMR al momento NON hanno controller 3D, Microsoft si è limitata a mostare mockup da prendere come ‘linee guida’ ma la data di uscita per essi è ancora incognita (se ne conosce solo il prezzo, che potrebbe variare, per l’offerta Acer, ma per gli altri produttori nemmeno quello)

            I visori WMR non sono compatibili con nè con la piattaforma Oculus nè con SteamVR, nè ci sono conferme ufficiali di adesione a OpenXR (mentre per certo, ovviamente potranno usare DirectX) il che limita un pò, un bel pò, per ora, il loro appeal lato consumer.

            Infine, a parte qualche test abbastanza rapido manca completametne un feedback degli utenti (dato che non è ancora uscito) pochi o tanti che siano i soli, se mi trovo nella costrizione di poter comprare un solo dispositivo io aspetterei di poter leggere qualche prova su strada oltre che fredda lista delle specifiche.
            (l’ultimo punto non vale per gli enthusiast per comprensibili ragioni)

            In sintesti, a me WMR incuriosisce davvero tanto e mi piacerebbe scoprire che meritano davvero, gli faccio tutti i miei più genuini auguri, ma oggi, o tra un mese o tra due mesi è ancora presto per acquistarla, a meno che non lo debba fare per lavoro o per sviluppare un progetto.

          • Luke

            grazie per la reply! quindi perdonami non ho capito, mi suggerisci di aspettare prima di acquistare oculus per vedere come vanno questi nuovi?

          • cactus

            SE puoi permetterti di aspettare qualche mese si, ti suggerirei di aspettare, per il semplice fatto che avrai elementi concreti con cui fare il raffronto tra i due che non siano solo il prezzo e le specifiche nude. (es. “bello, ma dopo 2 ore scalda come una fornace e non è utilizzabile” o “bello, ma la distanza interpupillare delle lenti non è modificabile ed è inadatta a molti utenti” ).

            Di base è comunque difficile pensare che i visori WMR possano essere meglio o anche allo stesso livello del Rift, sia come hardware che come performaces.
            Come parco titoli non c’è confronto, il Rift stravince anche se è perlopiù concentrato sul gaming e sull’intrattenimento, magari tra qualche anno non sarà più così ma tra qualche anno chissà che visori offrirà il mercato.

            In sintesi, aspettare per avere dati ‘sarebbe‘ la cosa migliore (il comportamento saggio e oculato), ma (secondo me) è del tutto probabile che la scelta cadrà comunque sul Rift, ergo perchè aspettare? Tra poco la promozione del Rift scadrà e non ne tornerà un’altra prima di novembre/dicembre.

            Per cui se fossi nella tua situazione avrei due scelte possibili:
            1) o acquisti il Rift ora (prima che scada la promozione) che tra tasse e spedizione vai a spendere poco (pochissimo) più dei visori WMR e ci giochi sin da subito.

            2) o ti armi di pazienza e attendi fine anno (quando ci sarà probabilmente una nuova promozione per il Rift) e in più avrai recensioni, feedback e titoli WMR con cui fare un confronto più ponderato.

          • Ombra Alberto

            il fov del Cv1 oculus è dato a circa 100/110 mentre microsoft c’e scritto 95 (una differenza trascurabile).

            Se fossi io approfitterei dell’offerta oculus nel bundle ci sono dei giochi gratis e il sistema di tracciamento 360 (a 3 sensori ma anche a due se lo spazio non è molto grande) sembra migliore di microsoft (tiene presente che non ho mai provato microsoft mi baso in base a quello che ho letto).

            Inoltre oculus sembra avere un offerta software per ora abbastanza buona.

            inoltre se vorrai giocare con dei titoli sulla home di oculus allo stato attuale (salvo sorprese) non potrai farlo. Attualmente il vive riesce a giocare utilizzando il revive.. microsoft non so.

            Comunque in base al prezzo approfitterei di oculus.. avendo anche dei giochi gratis inclusi.

            ho una scheda video 1080 con il supercampionamento mi sono trovato sempre bene come definizione.. ma è una cosa soggettiva… quello che piace a me puo’ non piacere a te o ad altri.

          • Davide

            Io invece ti faccio una semplice domanda… i giochi?