Abbiamo già parlato di Campus Party, il festival dell’innovazione che si terrà al MiCo di Milano dal 20 al 23 luglio. Tra gli highlight della manifestazione sicuramente la sua area gaming, che conterrà al suo interno tante postazioni di gioco e, immancabilmente, delle installazioni VR immersive. VR Gamer sarà lì sul posto per riportarvi tutte le novità che saranno mostrate nel corso della kermesse.

Tra i punti chiave dell’evento, anche il suo nutrito parterre di ospiti, che terranno decine di ore di talk su temi come l’innovazione, il business e persino la robotica. Tra gli interventi, parteciperà anche VIGAMUS Academy / Link Campus University, con uno speech dal titolo “Come creare e comunicare un Videogioco. Le figure professionali richieste nella Game Industry”, che vedrà la partecipazione del Prof. Marco Accordi Rickards, Direttore di VIGAMUS Academy / Link Campus University, e di Tommaso Bonanno, Team Director di Caracal Games, i creatori di Downward.

Nel corso dell’intervento sarà anche possibile scoprire nel dettaglio le ultime novità di VIGAMUS Academy / Link Campus University, che accoglie nel suo corpo docente Denis Dyack, autore del cult Eternal Darkness: Sanity’s Requiem, e Francesco Roccucci, che lavora all’intelligenza artificiale di Star Citizen, un titolo che noi appassionati della VR teniamo molto a cuore. Sarà anche possibile scoprire il nuovo laboratorio introdotto nell’Università del Videogioco, Creatori di Mondi – Art & Animation Lab, tenuto da Maurizio Forestieri, fondatore di Graphilm e presidente di ASIFA, artista che ha lavorato a classici dell’animazione italiana come La gabbianella e il gatto.

Chi volesse accedere a prezzo ridotto all’evento, ha comunque ancora tempo per ottenere uno sconto del 50% sul biglietto grazie alla partnership con VIGAMUS. L’agevolazione è ottenibile attraverso il sito Campuse.ro.

A proposito dell'autore

Guglielmo De Gregori
Editor ­in­ Chief

Dopo aver visto ogni fotogramma di Ghost in the Shell e Blade Runner, la sua vita non è stata più la stessa. Crede nel transumanesimo, aspetta ogni giorno l’arrivo della singolarità e il momento in cui potrà sostituire il suo corpo con una controparte sintetica. Nel frattempo, inganna l’attesa con la fantascienza, i videogiochi e, naturalmente, la realtà virtuale.

Post correlati