Dopo averlo precedentemente promesso durante i travagliati mesi di sviluppo, Square Enix in occasione dell’E3 2017 di Los Angeles ha annunciato ufficialmente Monster of the Deep: Final Fantasy XV per PlayStation VR. Parliamo infatti di un titolo stand alone dedicato esclusivamente alla Realtà Virtuale che, seppur con i suoi apparenti limiti, avrà l’obiettivo di alleviare la ferita causata dall’inspiegabile e misteriosa scomparsa del precedente DLC VR annunciato per Final Fantasy XV: quello dedicato a Prompto simil FPS, tanto per intenderci. Riprendendo appieno l’esperienza di uno dei mini giochi tanto amati e odiati allo stesso tempo del capitolo diretto da Hajime Tabata, la software house nipponica ha voluto puntare totalmente sulla pesca per far colpo sulla propria community.

In Monster of the Deep: Final Fantasy XV assumeremo dunque i panni del protagonista: Noctis ci guiderà nell’esperienza con utili consigli al fine di divenire dei magnifici Sampei in Realtà Virtuale. A livello strutturale, guardando in basso con il PlayStation VR, potremo osservare la nostra cintura contenente tutti gli strumenti necessari per pescare: esche e ami di diverso tipo a seconda della preda che andremo a catturare. I PlayStation Move invece saranno utilizzati in maniera assai intuitiva: muovendoli potremo simulare il lancio della canna da pasca e, soprattutto, riavvolgere il mulinello. In attesa di nuovi informazioni in merito, vi ricordiamo che il titolo sarà disponibile durante il prossimo mese di settembre.