E’ da esattamente un anno che siamo tutti in trepidante attesa di avere qualche dettaglio in più riguardo a Project Scorpio, quella che Microsoft afferma essere la console più potente mai creata prima d’ora, soprattutto per chi, amante e seguace della Realtà Virtuale, cerca quell’alternativa su console al PSVR; ebbene, durante l’apertura della conferenza Xbox dell’E3 2017, Microsoft ha deciso di iniziare in grande stile, rivelando che quel prodotto conosciuto con il nome in codice di Project Scorpio ora si farà chiamare Xbox One X (nome che, diciamocelo, poteva essere studicchiato un pochino meglio), con tanto di specifiche tecniche, prezzo al pubblico e data d’uscita! Il tutto è stato condito con un’immagine della console:

La Xbox One X sarà la console più piccola in termini di dimensioni e peso tra tutte le Xbox, ma anche quella in assoluto più potente.

La Xbox One X sarà la console più piccola in termini di dimensioni e peso tra tutte le Xbox, ma anche quella in assoluto più potente.

Il gioiellino in questione vanterà 4k nativi, 12 gb GDDR5 di memoria, una GPU con 40 unità a 1172 MHz e otto customizzabili core x86 clockati a 2.3GHz. Per renderci conto dell’enorme differenza di potenza rispetto le altre console, basta pensare che l’originale Xbox One è montata con otto core puliti, una GPU con 12 unità e 8 giga di memoria DDR3, insomma un salto di qualità assolutamente impressionante. Ciò che veramente ci interessa, però, è che la console sotto esame è stata confermata a supportare la Realtà Virtuale, e moltissimi dei prodotti di questa macchina gireranno anche su PC grazie al servizio Play Anywhere, il che potrebbe significare nuove e allettanti sorprese legate al visore di fascia media a cui Microsoft sta lavorando. Xbox One X è stata confermata al prezzo di 499 dollari, e sarà disponibile da questo 7 novembre. Finalmente Microsoft e Sony stanno intraprendendo strade estremamente differenti nella gestione e tipo di titoli che offrono al loro pubblico, e XboX è pronta a dire la sua, anche in ambito VR, con un prodotto capace di muovere le masse verso una strada che precedentemente solo pochi coraggiosi erano pronti a seguire.

A proposito dell'autore

Alessandro
Deputy Editor - Co-Editor in Chief
Google+

Proprio come tutti i ragazzini cresciuti tra gli anni '80 e '90, vede la Realtà Virtuale come qualcosa di magnifico e irraggiungibile, ma ancora per poco. E' un grande appassionato di videogiochi (soprattutto quelli più competitivi), tecnologie e giochi di ruolo, ma tutti continuano a scambiarlo per un cattivissimo e crudele Corporativo uscito da CyberPunk 2020; in realtà ha un meraviglioso cuore d'oro versione RRX 0,5 di ultimissima generazione!

Post correlati

  • federico rossi

    ho seguito la conferenza ma non c’è stato un minimo accenno alla vr

    • cactus

      Già : ( è stata una bella delusione anche per me.
      Microsoft, sbrigati ! “Winter is coming” parafrasando il trono di spade.