YouTube si è sempre dimostrata una piattaforma al passo con i tempi, poiché ha aperto al mondo un mercato che varia dai campi musicali a quelli dell’intrattenimento, riuscendo a creare una sorta di TV digitale dove chiunque può postare contenuti e renderli pubblici. Nel 2015 l’applicazione è diventata la prima a consentire la condivisone di video a 360 gradi tra gli utenti, da allora la società ha continuato a lavorare e, finalmente, siamo arrivati al punto di svolta. Il prossimo aggiornamento per il Daydream, annunciato ieri durante il Google I/O di Mountain View e che andrà a colpire anche YouTube VR, introdurrà un nuovo tipo di esperienza visiva, limando anche alcune caratteristiche non sfruttate adeguatamente nella versione precedente: adesso partirete da un normalissimo pannello 2D che comparirà in sovrimpressione all’interno dell’ambiente virtuale, permettendovi di controllare le notifiche o variare alcune impostazioni senza dover uscire dall’immersione.

YouTube VR si prepara a diventare qualcosa di unico.

YouTube VR si prepara a diventare qualcosa di unico.

Ecco le parole di Erin Teague, Lead Product VR di YouTube:

Ogni utente ha il pieno controllo dell’esperienza finale.

Per quanto sia una dichiarazione parecchio esigua, il dipendente della società ha anche divulgato che potrete controllare la riproduzione video all’interno del visore e, in un qualunque momento, sincronizzarvi con i vostri amici e osservare insieme lo stesso contenuto. Guardare i video con qualcuno è un conto, ma poter interagire in tempo reale durante la trasmissione è qualcosa di indescrivibile. Ovviamente, per rendere l’esperienza ancora più credibile, YouTube metterà a disposizione dell’utente la possibilità di creare degli avatar virtuali, così da offrire un senso di immersione ancora più coinvolgente. Google, almeno dalle prime impressioni, sembrerebbe voler sfruttare YouTube VR per dar vita ad un nuovo social network, così da non lasciare in mano l’intero settore unicamente a Facebook. La sola cosa certa, per adesso, è che le varie piattaforme si stanno evolvendo, sviluppando dunque dei nuovi format in grado di mettere la singola persona al centro di un universo sviluppato appositamente intorno ad essa. Non ci resta che aspettare l’evolversi della faccenda e vedere le successive mosse delle imprese.

A proposito dell'autore

Patrizio

Patrizio è un profondo amante dei giochi di ruolo, sogna quindi di essere il protagonista di un'epica avventura in giro per qualche terra ricca di mostri e misteri. Crede nella realtà virtuale non solo legata all'ambito videoludico, ma anche in quello scientifico e medico. Per molti il lavoro di critico è semplice: si rischia poco ed è relativamente facile bocciare i vari prodotti. Adesso ci troviamo davanti ad un bivio dove, chiunque si trovi a svolgere questa professione, deve avere il coraggio di prendersi le proprie responsabilità, prediligendo il futuro che avanza senza la paura di dover necessariamente scontrarsi col passato.

Post correlati