E’ da tempo che Google, conferma in numerose interviste, che avrebbe prima o poi mostrato un headset VR proprio, e in completa autonomia, senza appoggio di altre aziende già operanti e leader nel settore della realtà virtuale. Tutto questo, potrebbe avverarsi nella settimana corrente, grazie a numerose fonti che hanno ottenuto informazioni essendo molto vicine a Google; si prevede che il dispositivo utilizzerà un sistema di tracking inside-out simile a quello che si potrà apprezzare nei prossimi prodotti VR di Microsoft ma, a differenza degli altri, dovrebbe essere utilizzabile da solo, non interagendo con il PC, grazie alla potenza di calcolo e di elaborazione prevista. Quel che è certo, è che sarà molto più potente del precedente prototipo di Google, Daydream, il che significa che anch’esso si prevede venir lanciato insieme a una serie di giochi e/o applicazioni particolari, ma non è ancora chiaro il modo in cui interagirà il controller con tutto questo e se sarà uguale a quello precedentemente utilizzato per il loro visore mobile (anche perché un auricolare 6DOF non andrebbe proprio d’accordo con un controller 3DOF).

google-io-2017

Il Google I/O di quest’anno potrebbe rivelarsi una grande sorpresa e mostrarci novità interessanti e attese da tempo.

Un’altra supposizione, è quella che il nuovo visore di Google contenga il tracking raggiunto con la piattaforma di Tango, che consiste in una tecnologia in grado di rilevare la profondità, utile per mappare le stanze in 3D. Ma una domanda sorge spontanea a tutti noi sostenitori della realtà virtuale, è davvero così necessario produrre così tanti visori nello stesso periodo? Avranno una differenza sostanziale di prestazioni e soprattutto, la più grande limitazione al momento per molti utenti, di prezzo? Dovremo aspettare forse la fine di quest’anno per poter avere delle risposte concrete, intanto vedremo cosa avrà da dirci Google al suo I/O questa settimana.

A proposito dell'autore

Alessia

Appassionata videogiocatrice dai tempi della PS1 con Crash Bandicoot, Medievil e Tekken, segue questo fantastico mondo fino ai giorni nostri spaziando tra vari generi: troviamo tra i suoi titoli preferiti la saga di Metal Gear, Heavy Rain, Fallout3 e Gears of War. Si affaccia anche al mondo online competitivo con League of Legends e Overwatch. Vede la realtà virtuale come una fantastica occasione per vivere e creare esperienze totalmente nuove e magari combattere al fianco degli eroi che ha sempre amato.

Post correlati

  • cactus

    Ad essere pignoli pignoli pignoli Google I è già iniziato da qualche ora…e sì, sono già state rilasciate un paio di anticipazioni decisamente (almeno per me) molto interessanti riguardanti la VR.