Gli ultimi dieci anni della Marvel possono essere tranquillamente paragonati, metaforicamente parlando, a un ciclista che, pur conscio della fatica e della sofferenza provata in salita, continua, testa bassa, a pedalare per raggiungere traguardi sempre più sorprendenti. Dopo essersi risollevata sotto l’aspetto fumettistico (famosa è la crisi editoriale patita alla fine degli anni ’90 e inizio 2000) è riuscita a crear da zero un vero e proprio universo cinematografico fondando i Marvel Studios e, complice la successiva acquisizione da parte di Disney, divenire vera e propria protagonista di pellicole da costi vertiginosi con attori sempre più prestigiosi e coinvolgenti, basti pensare a Robert Downey Jr. e Scarlet Johansson. Come detto precedentemente, la Marvel è un’azienda che guarda sempre al futuro e, per ampliare ancor di più i suoi confini commerciali, ha annunciato ufficialmente di puntare su un nuovo settore a noi tanto caro: la Realtà Virtuale.

Marvel

Ammettetelo, non vi stuzzica l’idea di lanciare lo scudo di Capitan America indossando il vostro personale headset VR?

Jay Ong, Vice Presidente Senior della Marvel, in occasione di una recente intervista, ha confermato quanto detto rilasciando le seguenti dichiarazioni:

Siamo davvero felici di poter annunciare ai nostri fan che, da ora in avanti, potranno aspettarsi molto sotto il profilo della Realtà Virtuale applicata ai videogames Marvel. I titoli che abbiano sviluppato fino ad ora hanno avuto un riscontro positivo, sia da parte dei giocatori che da parte della stampa specializzata. Abbiamo creato IP eccezionali ed altre sono arrivo, come i nuovi titoli dedicati a Spiderman e agli Avengers. Lo stessa passione e gli stessi sforzi saranno compiuti, a partire da oggi, per l’implementazione della Realtà Virtuale. Abbiamo molti progetti in cantiere, ma purtroppo non possiamo ancora mostrarvi nulla. Presto avrete novità in tal senso.

Sfortunatamente però, su conferma precisa dello stesso Ong, l’atteso Spider-Man di Insomniac Games atteso su PlayStation 4 non supporterà il PlayStation VR. Poco male poiché, dopo questa ufficialità, da fan della Marvel sono estremamente estasiato nel pensare a software con protagonisti i celebri e potenti supereroi creati dal buon Stan Lee. Concludo tutto ciò con una mia personale idea che, spesso e volentieri, ribadisco negli articoli di VR Gamer: la Realtà Virtuale è ormai oggetto di attrazione da parte delle più importanti aziende di intrattenimento mondiale, perché considerarla ancora un fenomeno di passaggio? Dategli una chance, non ve ne pentirete sicuramente!

A proposito dell'autore

Emanuele

Cresciuto a pane e videogiochi, Nucky nel corso degli anni riesce ad accomunare due delle sue più grandi passioni: il giornalismo ed l'amore spasmodico di tutto l'ambiente videoludico. Dopo anni ed anni di console e titoli visti e rivisti, la VR è riuscita nuovamente a far scattare la "scintilla" di curiosità mista amore proprio come accaduto per il primo Halo e per molti altri titoli.

Post correlati