In questi giorni Facebook sta esordendo con numerosi annunci importanti durante le proprie conferenze (come quelli riportati in uno dei nostri ultimi articoli) e questa volta riguarda il progetto in collaborazione con OTOY, Adobe, Framestore, Foundry e altri, per la realizzazione di un nuovo sistema di telecamera in grado di catturare volumetricamente il soggetto. Questo dovrebbe aiutare a rappresentare in modo più realistico la realtà all’interno dei filmati catturati, permettendo agli spettatori in VR di ficcare il naso in giro e muovere la testa con una maggiore libertà, osservando l’azione da diverse angolazioni.

Nel dettaglio, come dovrebbe presentarsi il nuovo sistema di camere per VR targato Facebook con 6 e 24 telecamere.

Questo nuovo tipo di telecamera sarà un’evoluzione della precedente Surround 360 annunciata nel 2016 e la società sta progettando di rilasciarla entro la fine di quest’anno. Per quanto riguarda i prezzi, ancora non si conoscono informazioni precise ma ne verranno pubblicate due versioni, una più piccola e un’altra di maggiori dimensioni; la prima monta sei telecamere mentre la seconda ventiquattro, inoltre le tecniche utilizzate per estrarre dati di profondità dalle immagini e le diverse angolazioni sono molteplici e molto sofisticati.

Questa nuova telecamera è il sistema del futuro; una macchina fotografica a campo luminoso che consentirà di migliorare notevolmente la percezione dell’ambiente anche in VR.

Le parole di Jules Urbach, CEO di OTOY contribuiscono certamente a enfatizzare questa nuova scoperta su cui stanno davvero puntando per cercare di dare una svolta al mondo della realtà virtuale e altri campi. Non ci resta che attendere ulteriori dettagli e la data di uscita di questo gioiellino tecnologico e ammettere, questa volta, che Facebook sta davvero puntando a sorprenderci sempre di più.