La RSA VR (Ridley Scott and Associates), nella giornata odierna, ha ufficialmente annunciato di essere al lavoro su un’esperienza in Realtà Virtuale dedicata all’orripilante e misterioso universo di Alien: storico franchise cinematografico partorito dalla geniale mente del regista Ridley Scott nel lontano 1979 e che, grazie all’atteso Alien: Covenant, tornerà alla ribalta nel corso del 2017. Queste le prime dichiarazioni ufficiali:

RSA Films ha lanciato ufficialmente la RSA VR, una nuova divisione dedicata esclusivamente allo sviluppo creativo e produttivo di contenuti VR, AR e tecniche miste guidato dal co-fondatore di Ridley Scott il quale, assieme al suo staff, utilizzerà al meglio le più recenti innovazioni cinematografiche e tecnologiche.

Alien

Alien in VR? Si salvi chi può!

Jen Dennis, direttore della RSA VR, si è espresso in merito a questo annuncio affermando le seguenti parole:

Credo che VR è una degli ambienti più vivaci nel settore odierno, con un potenziale capace di poter influenzare il modo in cui contenuti vengano consumati dalle generazioni a venire. Mi stuzzica decisamente l’idea di forma un team di lavoro e stringere delle partnership per creare e distribuire nel mercato dei contenuti VR.

Il primo progetto a cui lavorerà RSA VR sarà in collaborazione con Twentieth Century Fox’s FoxNext e Technicolor’s MPC e sarà dedicato ad Alien: Covenant. Al momento i dettagli sono minimi e dunque, per ulteriori aggiornamenti in merito, vi consigliamo caldamente di restate sintonizzati sulle pagine di VR Gamer. In conclusione, come fortunatamente accade negli ultimi mesi, è bello poter sottolineare come sempre più figure di altro prestigio, che siano del campo videoludico o cinematografico, si stiano approcciando sempre più alla nascente e fiorente industria della Realtà Virtuale: un vero e proprio segnale per chi, ormai anche per diletto, ne denigrava costantemente il reale potenziale.

A proposito dell'autore

Emanuele

Cresciuto a pane e videogiochi, Nucky nel corso degli anni riesce ad accomunare due delle sue più grandi passioni: il giornalismo ed l'amore spasmodico di tutto l'ambiente videoludico. Dopo anni ed anni di console e titoli visti e rivisti, la VR è riuscita nuovamente a far scattare la "scintilla" di curiosità mista amore proprio come accaduto per il primo Halo e per molti altri titoli.

Post correlati

  • ITALI-LORI-MONTI

    ed ecco ancora delle belle fregature pronte da sfornare….
    non avete gli attributi per fare un gioco come tutti stanno aspettando!!!
    se sperano che cacci altri 20 euro per 20/30 minuti di gioco.. state freschi!!