Essendo dei grandi appassionati e sostenitori della realtà virtuale, ci viene abbastanza difficile ammettere che al momento, questo settore, sia in un punto di stallo, in attesa di una svolta o meglio di trovare la giusta applicazione, e la più fruttuosa, alla VR; tra queste, c’è sicuramente quella dell’out-of-home entertainment, diffusa maggiormente all’estero piuttosto che nel nostro paese, dove regnano sale di laser tag, campi per paintball o da softair, stanze escape room e sono in progetto molte stazioni per giocare in VR, tutti questi, realizzati veramente bene, mentre in Italia ne troviamo relativamente pochi, si può dire che stiano iniziando adesso ad introdurre alcuni di questi intrattenimenti, ma vediamo ancora poca possibilità per la realtà virtuale in tutto questo. Mi capita spesso di vagare per le fiere riguardanti videogiochi (quelle poche organizzate decentemente) e vedere che la VR è sempre messa in secondo piano; non ci sono mai grossi stand dove poterla provare, che ad esempio facciano utilizzare un ultimo modello dell’Oculus Rift o un HTC Vive e provare giochi recenti, e cosa ancora peggiore, se ce ne sono, necessitano anche di un pagamento nemmeno così basso, all’interno di fiere dove ad esempio si sono già pagati quei dieci euro per l’ingresso e molti altri spesi in gadget, e per la maggior parte della fetta di pubblico presente a questi eventi è già un costo troppo elevato, la probabilità che qualcuno di loro provi quel gioco o la VR è decisamente bassa, anche se si può notare quanto la considerino interessante. Riguardo questo, oggi vorremmo parlarvi dell’esperimento di VR Nerds, Tower Tag.

Tower Tag è un’esperienza arcade in VR, ispirata al laser tag che vuole rappresentare una nuova iniziativa per l’out-of-home entertainment, alla fine se ci pensiamo, le più grandi scoperte videoludiche hanno iniziato proprio con dei cabinati, in dei bar o sale giochi, per permettere alle persone di sperimentare quella novità al prezzo di una monetina, solo allora si passò a produrre gli stessi titoli anche in versione casalinga. Potremmo applicare questo processo anche per la VR? Cambierebbe la percezione del pubblico per la realtà virtuale in questo modo? Si immagini quindi di trovarsi, magari a fianco al solito bowling, una sala interamente dedicata a questo gioco, qualcosa che di certo non si potrebbe sperimentare a casa. Tower Tag, vorrebbe appunto far lasciare i tanto amati divani a tutti quelli a cui interessa la VR, creando uno shooter in cui si ha una pistola avanzata personalizzata e in cui sono presenti torrette fisiche nello spazio di gioco; l’arma fornisce inoltre un feedback tattile altamente soddisfacente e ben realizzato, così come il peso aumentato del controller che vuole dare una sensazione più realistica, proprio come se si tenesse in mano una pistola vera. Le torrette sono sincronizzate con l’ambiente virtuale dietro il quale ci si può nascondere dai colpi dell’avversario. Non si conosce ancora una data di rilascio per questo prodotto, ma VR Nerds promettono ulteriori informazioni nelle prossime settimane, non ci resta dunque che attendere e capire se questa applicazione potrebbe far capire al pubblico, il vero e grande potenziale di questa fantastica tecnologia.

A proposito dell'autore

Alessia

Appassionata videogiocatrice dai tempi della PS1 con Crash Bandicoot, Medievil e Tekken, segue questo fantastico mondo fino ai giorni nostri spaziando tra vari generi: troviamo tra i suoi titoli preferiti la saga di Metal Gear, Heavy Rain, Fallout3 e Gears of War. Si affaccia anche al mondo online competitivo con League of Legends e Overwatch. Vede la realtà virtuale come una fantastica occasione per vivere e creare esperienze totalmente nuove e magari combattere al fianco degli eroi che ha sempre amato.

Post correlati