I visori standalone stanno diventando sempre di più una parte importante della ricerca e del mercato per quanto riguarda la realtà virtuale: Oculus potrebbe avere delle ottime notizie su questo fronte, riferendo i suoi progressi in questo ramo della tecnologia VR già nel corso di questa settimana. La rivista Variety ha fatto sapere che la compagnia partner di Facebook sta lavorando ad un nuovo prototipo di headset standalone, chiamato provvisoriamente Santa Cruz, il quale ha visto le luci della ribalta per la prima volta lo scorso anno durante l’Oculus Connect 3. Non si tratta quindi di una completa novità per l’azienda, tuttavia l’articolo cita una fonte vicina al progetto che ha reso nota la produzione e lo showcase di un nuovo prototipo, nome in codice Monterey, il quale dovrebbe essere mostrato durante la prossima F8 Developer Conference di Facebook. L’F8 di quest’anno avrà luogo il 18 e 19 aprile presso il McEnery Convention Center a San Jose, California. Attualmente sono previste otto sessioni dedicate alla realtà virtuale in tutto l’evento, ciò nonostante non sono previsti, al momento, annunci di alcun tipo o indizi di sorprendenti e imminenti reveal.

Il famoso Project Santa Cruz potrebbe essere la base del prossimo headset standalone di Oculus.

Il famoso Project Santa Cruz potrebbe essere la base del prossimo headset standalone di Oculus.

Facebook ha due conferenze chiave programmate per le dieci di mattina in entrambi i giorni in questione, resta quindi plausibile uno showcase a sorpresa in una di queste occasioni. Nonostante il progetto Santa Cruz non si fosse rivelato altro che un prototipo, il device vantava un tracciamento della posizione tether-free, montato su un dispositivo che non aveva bisogno di uno smartphone per funzionare. Considerando lo stato attuale delle cose, non è ancora chiaro quando sarà possibile vedere un prodotto completo, eppure le compagnie rivali, come Intel, stanno già preparando il lancio dei loro progetti nel corso di quest’anno. Nelle edizioni precedenti dell’F8, la VR ha giocato un ruolo marginale nell’economia delle varie conferenze, ma Facebook ha già rivelato alcune caratteristiche molto importanti, come le feature social utilizzate dall’Oculus Rift. Molte cose sembrano essere cambiate quindi nel rapporto di integrazione tra Oculus e Facebook e il nuovo leader della compagnia, Hugo Barra, non è più il CEO di Oculus bensì il vicepresidente del settore VR di Facebook. Se davvero l’influenza della realtà virtuale dovesse aumentare così drasticamente nella relazione tra i due partner, viene logico domandarsi quali saranno gli effetti sul prossimo Oculus Connect. Nonostante non siano ancora stati forniti ulteriori dettagli sulla Developer Conference di Oculus, sembra possibile che i due eventi arrivino facilmente ad un punto di coesione. La pace sembra essere tornata a regnare sovrana all’interno del binomio più famoso della VR, non resta quindi che aspettare e vedere quali saranno le novità annunciate nel corso del prossimo F8.