Una delle feature più attese dai maniaci della realtà virtuale è proprio WebVR, set di API che permette ai siti internet di avere una modalità a 360 gradi. Ma come si trasforma un sito in realtà virtuale? Le incognite sono molte, ricordiamoci che ogni tecnologia moderna ai suoi albori era strana e non diffusa. Samsung, con l’ultimo aggiornamento effettuato ai suoi dispositivi mobile, ha inserito JavaScript sperimentali, WebVR 1.0, aggiornando le funzioni già presenti da un po’ di tempo (come la visione dei video a 360 gradi da YouTube). L’update permette dapprima una fruibilità migliore, correggendo molti bug presenti; sono inoltre finalmente visibili gli sfondi VR settati dai siti internet, e lo spazio di lavoro adesso è personalizzabile con colori e background scelti dall’utente.

vr-internet-samsung-gear-vr-voice-recognition

Quanti di voi non vedono l’ora di poter navigare in VR?

Arriva inoltre il File Explorer, utile per poter vedere immagini e video che abbiamo all’interno del dispositivo, che insieme al riconoscimento vocale, la tastiera su schermo e l’integrazione con accessori bluetooth, rende la piattaforma davvero molto pratica e veloce. Queste feature rendono il browser di Samsung uno dei migliori dal punto di vista della navigazione in realtà virtuale (in attesa di Carmel, il web browser di Oculus). La casa coreana dimostra, di nuovo, di saper stare sul pezzo, bruciando sia la sua partner (ricordiamo che GearVR è creato in collaborazione con Oculus), sia Google, ancora agli stage iniziali per il proprio web browser VR.

A proposito dell'autore

Amante della saga di Metal Gear e del genere Fantasy e Sci-Fi, sogna di poter entrare, un giorno, in una realtà virtuale full immersive, un po' come in Sword Art Online... evitando magari il piccolo problema della morte in game.

Post correlati