Da qualche giorno, esattamente il 19 dicembre, su Steam è disponibile un nuovo interessante titolo per HTC Vive: Arcane. Il gioco, sviluppato da Offpeak Games, riprende la canonica tematica di uno frenetico shooter ma, grazie a delle sue caratteristiche peculiarità, riesce ad unire due importanti e, per determinati aspetti, opposte tematiche: il fantasy ed il futuristico. Arcane può essere paragonati a molti altri titoli VR del genere per l’idea di base, resistere strenuamente ai numerosi attacchi nemici utilizzando il possibile, che in un breve lasso di tempo porta l’utente a stancarsi data l’eccessiva mole di stress provata e una ripetitività costante delle azioni da eseguire. In questo caso però il risultato è nettamente diverso: Arcane riesce, attraverso l’unione dei due generi precedentemente citati, a dare un senso più elevato di profondità al titolo.

Grazie alla varietà di armi, che siano un mero scudo medievale oppure un fucile laser, o addirittura una katana magica per effettuare degli straordinari attacchi a distanza, il titolo risulta essere pieno zeppo di contenuti che non daranno sicuramente noia e, anzi, regaleranno ricche soddisfazione. Perchè vogliamo sottolineare questa componente a volte dimenticata dagli sviluppatori VR? Semplice, in Arcane non si rimarrà fermi in un punto a far stragi di nemici, bensì, grazie ad una location alquanto azzeccata, il giocatore avrà un vero e proprio obbiettivo: raggiungere la cima della montagna ed ottenere un ricco e lauto premio per l’impresa conseguita. Non essendo un titolo in Early Access, come ad esempio accaduto per Valiant, ci troveremo davanti ad un gioco che, senza grandi pretese, grazie ad una forte linea marcata di esperienza single player e con una programmazione già definita di futuri aggiornamenti (armi, campi di battaglia e molto altro) darà non poche gioie a chi ne usufruirà. Arcane è disponibile su Steam al prezzo speciale di 7,99€, e lo sconto del 20% sarà attivo fino al 2 gennaio 2017!

A proposito dell'autore

Emanuele

Cresciuto a pane e videogiochi, Nucky nel corso degli anni riesce ad accomunare due delle sue più grandi passioni: il giornalismo ed l'amore spasmodico di tutto l'ambiente videoludico. Dopo anni ed anni di console e titoli visti e rivisti, la VR è riuscita nuovamente a far scattare la "scintilla" di curiosità mista amore proprio come accaduto per il primo Halo e per molti altri titoli.

Post correlati