dosbox

Come sarebbe fare a pezzi i demoni dell’originale DOOM, muovendosi tra i claustrofobici corridoi della base UAC, attraverso Oculus Rift? Gli amanti del retrogaming avranno l’occasione di immergersi ancora in certe vecchie glorie, facendo uso, questa volta, della realtà virtuale. Tutto questo è stato reso possibile grazie all’utente Ethereal, che qualche giorno fa ha pubblicato, tra le pagine del forum degli sviluppatori di Oculus VR, il suo DOSCulus: un porting del celebere emulatore DOSBox, compatibile con Oculus Rift.

DOSCulus mantiene invariate tutte le funzionalità dell’emulatore originale, che permetteva di lanciare sugli ultimi sistemi operativi, giochi programmati per le vecchie macchine IBM. Questa versione, però, implementa un monitor virtuale che reagirà ai movimenti della testa, e alcune funzionalità come lo zoom del campo visivo per far fronte alla risoluzione limitata del DK1.

L’esperienza potrebbe risultare solo passabile ai più, ma siamo sicuri che rimettere le mani su titoli storici come Quake o Wolfenstein 3D, tramite la realtà virtuale di Oculus Rift, incuriosisca i giocatori di vecchia data che voltano lo sguardo alle nuove tecnologie.

Potete scaricare gratuitamente il software qui.